chicco

la gente

nicola dinato

Nicola Dinato

titolare e capocucina

La Gastronomia secondo Nicola.
Nasce a Camposampiero in provincia di Padova nel settembre del 1981, promotore della Cucina Madre e sviluppatore di idee per la ristorazione.
Vive i suoi primi anni di vita esplorando la magia della cucina casalinga, facendone una ragione di vita. All’età adolescenziale scopre tra gli esploratori, dopo vari piccoli disastri, che quella sarebbe stata la sua strada, iscrivendosi e diplomandosi così all’Istituto Alberghiero G. Maffioli di Castelfranco nel 2000.
Apprendista da subito al Ristorante Da Barbesin a Castelfranco Veneto, all’età di 20 anni decide di intraprendere il suo personale giro del mondo alla ricerca della qualità, dell’accrescimento professionale e con in testa il sogno di diventare un vero cuoco.
Nel 2001 all’Osteria Da Fiore a Venezia come capo pasticcere, a fianco di Mara Martin e di una vera famiglia, promotori dell’autentica cucina veneziana di pesce, semplice ma di estrema qualità.
Armato di due bagagli e di tanti sogni, nel 2002 vola a Londra, con l’alibi di imparare l’inglese ma in realtà di vedere tutti i suoi gruppi musicali preferiti e magari abbinare la carriera, prima al George Private Club dell’Harry’s Bar Group di Alberico Penati, poi nel 2003 al Gavroche di Michel Roux Jr apprendendo così le basi della cucina classica francese.
Un trampolino di lancio che lo porta nel 2004 a Nizza da Jouni, Atelier du Goût e nello stesso autunno a Le Louis XV di Alain Ducasse a Montecarlo approfondendo la cucina mediterranea portata ai massimi livelli.
Dopo vari tentativi, parte per Roses ed entra a far parte dello staff di El Bulli di Ferran Adria per tutta la stagione 2005, aprendogli la mente dai classicismi delle scuole precedenti, l’esperienza che lo segnerà maggiormente.
Nell’inverno 2005 vola a New York come Sous Chef a Bouley nel quartiere di Tribeca studiando l’approccio manageriale e di marketing applicato alla ristorazione, ritornando negli States nel 2011 a Chicago per uno stage all’Alinea di Grant Achatz.
Nel 2007 torna in Italia, lavorando come chef in alcuni locali noti del trevigiano, promuovendo la sua regione nel 2008 alla William Angliss Institute di Melbourne con il workshop "Let's taste Veneto's Culture" e premiato come Chef Emergente del Nordest dal Touring Club Italia nel 2009, per stabilirsi definitivamente nel suo primo ristorante, il Feva di Castelfranco Veneto.

Approfondimento